Cimatica, la scienza per visualizzare frequenze audio

Un esperimento audio-visuale rappresenta la cimatica, la scienza per visualizzare frequenze audio

Per cimatica si intende quella teoria, dovuta allo studioso svizzero Hans Jenny, che tenta di dimostrare un effetto morfogenetico delle onde sonore.

Il musicista e fisico tedesco Ernst Chladni osservò già nel XVIII secolo, che le vibrazioni possono essere visualizzate cospargendo la superficie vibrante con polvere sottile, la quale si sposterà per effetto della vibrazione e si accumulerà progressivamente nei punti della superficie in cui la vibrazione è nulla. Nel caso di una vibrazione stazionaria, questi punti formano un reticolo di linee che sono completamente determinati dalla forma geometrica della superficie e dal modo in cui la superficie è vincolata. Sollecitando in modi diversi la vibrazione della superficie si eccitano modi normali differenti, e quindi si osservano di volta in volta solo alcuni degli infiniti reticoli nodali propri del corpo vibrante. Le figure ottenute secondo questo processo prendono il nome di “figure di Chladni“.

Nel video un esecuzione di Nigel Stanford nel quale mette in pratica queste teorie e il risultato è qualcosa di davvero emozionante. Un susseguirsi di sinestesie. Prendono vita le “figure di Chladni“. Tutto sembra predeterminato. Matematica, musica e natura dimostrano di esser sempre stati la stessa cosa.

 

Cimatica, la scienza per visualizzare frequenze audio. Tu cosa ne pensi?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *